Graus Editore su Facebook Graus Edito re su Twitter Graus Editore su Tumblr Graus Editore su Pinterest Graus Editore su Linkedin Graus Editore su Google+ Graus Editore su YouTube
 
Nessun evento disponibile
grauseditore grausproduction grauseventi

titolo Prossima fermata: Dante
autore Massimo Cannizzaro
collana Zeta Generation
formato 13,5 x 19
pagine 168
prezzo 15,00
ISBN 9788883465192
   
 
VIDEO AUDIO WEB CARRELLO CHIUDI

 

«Quello Silvio se voi mi “prendete” a fare la protagonista del vostro romanzo, vi fa un bel regalo e magari prende piazza Plebiscito e le fa cambiare nome in… Piazza Dante!».

E pensare che all’inizio Social e Network erano sempre chiusi in casa davanti ad uno schermo, ma da quando papà Internet con sua moglie Tecna avevano deciso di cambiare i… “mobili” nessuno era più tranquillo. Insomma, un vero inferno!

Furono consegnati dei braccialetti colorati a seconda della natura e della destinazione degli “ospiti”, i peccatori vivi separati da quelli defunti, e un braccialetto Fire consegnato a chi meritava l’Hell inclusive!

«Arrivederci, spero che il vostro nuovo libro vada a Ruby, ehm, a ruba, cribio!» .
il libro

Dantesco viaggio marcatamente satirico nell’Inferno dell’Italia contemporanea. Un autore dalla prosa brillante, ricca di inflessioni dialettali, che proprio come Dante parla in prima persona, interrogando la moltitudine di personaggi che incrocia sul suo cammino. Tra giochi di parole colti e divertenti, sullo sfondo del Vesuvio, si snoda il viaggio “infernale” dell’autore attraverso la metropolitana di Napoli: un dialogo teatrale ironico ed autoironico che riprende, con assoluta originalità, la grande tradizione culturale italiana.

l'autore

Massimo Cannizzaro nasce a Terracina sotto il segno del Sagittario, ma dopo pochi giorni è già nella terra che sarà “nutrice” prodiga del latte di crescita della sua “napoletanità”.
Un artista completo che chiamare show man sembra addirittura riduttivo. Con competenza e maestria, canta, balla, recita, imita e scrive, con una vena autorale che rappresenta la sua “punta di diamante” professionale. Arriva al “porto” del successo attraverso il talento e l’umiltà, caratteristiche rare nel mondo dello spettacolo.
Definisce questa sua seconda opera letteraria una “folgorazione”, frutto dell’ausilio delle Muse, che, nella fase rem, tra l’onirico ed il cosciente, ne hanno spesso guidato la penna. 



rassegna stampa
Nessun articolo presente