Graus Editore su Facebook Graus Edito re su Twitter Graus Editore su Tumblr Graus Editore su Pinterest Graus Editore su Linkedin Graus Editore su Google+ Graus Editore su YouTube
 
Nessun evento disponibile
grauseditore grausproduction grauseventi

Fondata nel 2002, per iniziativa di Pietro Graus, la casa editrice campana che porta il suo nome, orienta la propria attività verso una produzione di alto livello culturale, variando nei diversi settori: saggistica, narrativa, editoria specializzata per bambini, poesia, affermandosi oggi nel panorama italiano soprattutto per il rigore delle scelte, della precisione e la cura con cui segue tutte le pubblicazioni senza tralasciare alcun dettaglio. Nel proprio vario e complesso quadro, la Graus si affaccia anche in altri ambiti culturali come l’arte, la musica, il teatro, lo spettacolo. Di recente ha visto la luce l’ultima collana “Lettera 32” dedicata all’attualità.

Oggi, con una “scuderia” di oltre ottocento autori, tantissimi esordienti, ed un incessante lavoro di scouting, siamo presenti sullo scaffale delle librerie in tutta Italia distinguendoci per un catalogo che spazia dalla narrativa alla saggistica, con una collana di poesia e un’attenzione particolare a quello che succede intorno a noi, all’attualità, ai tempi che cambiano. In una prima fase verso la fine degli anni Novanta, Pietro Graus, ideatore del progetto, ha scoperto il gusto di fare l’editore in prima linea. Nei primi anni 2000, oltre alla narrativa, sono arrivate anche altre collane come quella dedicata alla Papirologia, in collaborazione con l’Università di Lecce. Nel 2003 ha pubblicato alcuni racconti inediti di Michele Prisco, una delle rarissime volte in cui lo scrittore Premio Strega ha “tradito” il suo storico editore. Alda Merini, Maria Orsini Natale e talentuosi esordienti, ne hanno segnato il percorso. Tra i talenti scovati dall’editore, anche Maurizio de Giovanni, che ha pubblicato per la prima volta con noi, con il libro Le lacrime del pagliaccio.

Nel 2013 Il paese nasconde del giallista Andrea Esposito è stato pubblicato in allegato con “Il Sole24Ore”. Tra i tanti partner, Claudio Angelini, storico inviato del Tg1, che ha fornito alle attività del marchio un’apertura verso un altro universo: gli Stati Uniti. A New York, all’Istituto Italiano di Cultura prima, all’Istituto “Dante Alighieri” poi, sono stati presentati alcuni progetti editoriali e culturali, tra cui il romanzo di Mario Fratti, autore del musical Nine. Altre incursioni sui mercati esteri hanno fatto approdare il marchio in Grecia e Spagna. Realtà radicata nella zona d’origine, la nostra, ma con un terzo di autori che arriva da altre regioni d’Italia. Non a caso, attualmente, siamo distribuiti in Canton Ticino, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna. Ci piace sottolineare una nostra caratteristica, di cui andiamo fieri. Ogni programmazione, ogni strategia, ogni pianificazione è realizzata in maniera “artigianale”, cercando di interpretare il mondo che ci comunica chi ci sta di fronte. Con quest’approccio, entrando cioè, sinergicamente in contatto con le richieste dei nostri autori, possiamo interpretarne i sogni e provare, per quanto ci è possibile, a renderli realtà.

Molti i premi collezionati negli anni per l’editoria e i libri pubblicati, tra questi segnaliamo: il Premio Internazionale “Sebetia-Ter” (2005), il Gran Premio Nazionale di Poesia e Narrativa “Città di Pompei” (2005), il Premio “Utopia Lamont - Young” (2005), il Concorso Nazionale di Narrativa “Nati 2 volte” (2006), il Premio Letterario “Letizia Isaia” (2006 e 2007), il “Premio Vip” (2007), il Premio Nazionale “Megaris” (2008), il Concorso Letterario “La Vita Fugge” (2009). Nel 2011 vince il “Premio Torre Petrosa”, nel 2013 si aggiudica lo “Spoleto Art Festival Letteratura”. Nel 2015 il premio Cuore d’Oro.